Smetti di pensare troppo e inizia a vivere - Agata Rakfalska

Smetti di pensare troppo e inizia a vivere

Ti sei mai chiesto se il pensare troppo può diventare problematico?
Maggioranza di noi considera la capacità di pensare in modo logico, razionale solo come un pregio e non considera che può esistere l’altro lato della medaglia.
Nel ventunesimo secolo noi, essere umani non abbiamo la difficoltà di svillupare le idee, di pensare, di risolvere i problemi logici. Il nostro vero problema è che noi non sappiamo come smettere di pensare, quando vogliamo e quando questo pensiero ci fa del male, ci fa soffrire.

Finisci a lavorare alle 18.00 e dopo aver chiuso la porta dell’azienda non riesci a distaccarsi da quello che è successo la dentro prima, non riesci a smettere di analizzare, rimuginare di questo che ti ha detto il capo o programmare la giornata successiva.

Pensieri possono essere intrusivi (ad es. sna frase fissa sottoforma di tarlo che scava, rode, morde gli altri pensieri e si nutre di loro appropriandosi dello lo spazio della nostra mente).
Pensieri possono essere ossessivi – pensieri dai quali non riusciamo a liberarci, che girano nella nostra mente come il disco rotto.
Pensieri possono avere la forma delle domande alle quali cerchiamo delle risposte.
Lo amo o non lo amo? Come posso essere sicura che lui non mi tradisca? Cercare la risposta a questa domanda indecidibile (non puoi sapere prima di agire) fa si che la persona entra ne labirinto dal quale non c’è via d’uscita.

Allora come smettere di pensare troppo?

Guarda il materiale del seminario su “Emozioni (IN)Gestibili –Penso troppo. Come smettere di pensare troppo e iniziare a vivere” che ho svolto a Modena.

Quando pensare troppo fa male - Agata Rakfalska

Se ti piacesse a approfondire il tema, ti consiglio di leggere questi libri:

Cogito ergo soffro