Depressione - Agata Rakfalska

Quale è il problema che ti porta qui da me?

Questa è la prima domanda che faccio, quando un paziente si siede sulla poltrona davanti.
A volte sappiamo cosa vogliamo cambiare, a volte lo dobbiamo scoprire insieme.
Il problema è qualcosa soggettivo, spesso sentito ma non compreso, spesso percepito dalla persona stessa e non dagli altri a volte notato dagli altri e non da persona interessata.

Depressione

l’efficacia di trattamento pari a 82%
I seguenti risultati, riguardanti la valutazione dell’efficacia dei trattamenti strategici emergono dalle ricerche effettuate presso il Centro di Terapia Breve Strategica (Nardone, Portelli, 2005; Nardone, Balbi, 2008).

Nessuno avrebbe mai detto che soffri di depressione. Che dopo il lavoro (dove metti la maschera) torni a casa a piangere, ti metti a letto e non ti alzi prima della mattina dopo.
Sei molto bravo/brava a nasconderlo e fare finta di essere felice.
“Tutto bene. Tutto a posto” – rispondi. Ma a chi stai mentendo? Chi stai imbrogliando?
Solo TE STESSA.
Sai che un giorno questo dolore interiore traboccherà il vaso e allagherà tutto. Potresti annegare.
Le persone intorno a te potrebbero annegare.
Dormi tutto il weekend o hai problemi con sonno?
Mangi spesso in modo smisurato o non hai mail fame?
Piangi tutti il giorno o hai congelato le emozioni?
Niente ti fa sentire serena. Nessuno ti fa sentire valida. Non meriti niente.
Famiglia, parenti, amici non sono in grado ad aiutarti o tu non vuoi accettare il loro aiuto.

So che non vuoi sentire i consigli di nessuno, ma se oggi è una giornata meno buia, allora leggi questo materiale che ho preparato sulla depressione: