Problemi familiari e relazionali - Agata Rakfalska

Quale è il problema che ti porta qui da me?

Questa è la prima domanda che faccio, quando un paziente si siede sulla poltrona davanti.
A volte sappiamo cosa vogliamo cambiare, a volte lo dobbiamo scoprire insieme.
Il problema è qualcosa soggettivo, spesso sentito ma non compreso, spesso percepito dalla persona stessa e non dagli altri a volte notato dagli altri e non da persona interessata.

Problemi familiari e relazionali

l’efficacia di trattamento pari a 82%
I seguenti risultati, riguardanti la valutazione dell’efficacia dei trattamenti strategici emergono dalle ricerche effettuate presso il Centro di Terapia Breve Strategica (Nardone, Portelli, 2005; Nardone, Balbi, 2008).

Essere in sintonia con gli altri: saper chiedere quello di cui abbiamo bisogno, esprimere le proprie emozioni, non farci violare da un interlocutore aggressivo: conquistare tutte queste abilità non è facile ma non è nemmeno impossibile.
Le possiamo catalogare sotto la voce “comunicare”. Comunicare con sé stessi. Comunicare con i figli. Comunicare con il compagno. Comunicare con i colleghi, i superiori e i clienti. Comunicare con il mondo.
Assertività – Autostima – Atteggiamento positivo. Tutte le tre sono la base per poter comunicare bene e essere in grado di risolvere diversi problemi familiari, di coppia e al lavoro.

Problemi di coppia

Difficoltà di comunicare, tradimento, separazione – divorzio, violenza domestica.

Problemi familiari - Il figlio in arrivo

Quando solo uno dei due desidera un figlio.
Carriera o famiglia?
Quando il desiderio di maternità diventa ossessione.
Paure, ansia generalizzata e fobie durante la gravidanza.
Eventi traumatici durante la gravidanza.

Problemi familiari - Prima infanzia (o-3 anni)

Alimentazione, il problema del sonno, capricci.

Problemi familiari - Il rischio del mondo esterno (3-6anni)

Capricci, controllo degli impulsi e difficoltà di rispettare le regole.
Ansia da separazione.Difficoltà nel linguaggio: incapacità di pronuncia, ripetizione delle parole, mutismo elettivo.

Problemi familiari - Il rischio della prestazione e della valutazione (6-11 anni)

Educazione allo studio e difficoltà scolastiche.
Evitare che le aspettative negative si trasformino in terribili realtà patologiche.

Problemi familiari - Pubertà e preadolescenza

I rischi dell’intimità con gli altri e con se stessi (11-14 anni).
Disturbi d’ansia, somatizzazione e panico.
Disordini alimentari.
Disturbo ossessiovo-compulsivo
Difficoltà relazionali
Difficoltà nella relazione con proprio corpo che cambia.

Problemi familiari - Dall’adolescenza in poi

Comportamenti rischiosi, sbagliati e devianti.
Quando l’innamoramento del figlio diventa il problema.

Problemi familiari - Abuso, dipendenze, sostanze e mondo virtuale

Adolescenti e internet: verso una competenza genitoriale
“Nativi digitali” versus “Tardivi digitali”.
Genitori – adolescenti – internet. Come nascono i problemi?

Problemi familiari - Giovani adulti (19-35anni)

Università parcheggio- Quando finisci di studiare?
Quando il figlio rimane a carico.
I figli deleganti
Quando i figli tornano a casa

Problemi familiari – Adulti maturi e genitori anziani

Quando i ruoli si rovesciano.
Affrontare bene il cambiamento: la pensione.
Accompagnare il genitore verso la fine.

Per chi volesse approfondire i temi sopra esposti, vi suggerisco di leggere:

Problemi familiari e relazionali - Agata Rakfalska