Mobbing Burnout - Agata Rakfalska

Quale è il problema che ti porta qui da me?

Questa è la prima domanda che faccio, quando un paziente si siede sulla poltrona davanti.
A volte sappiamo cosa vogliamo cambiare, a volte lo dobbiamo scoprire insieme.
Il problema è qualcosa soggettivo, spesso sentito ma non compreso, spesso percepito dalla persona stessa e non dagli altri a volte notato dagli altri e non da persona interessata.

Mobbing Burnout

Mi occupo di mobbing ovvero l’aiuto alle persone ad attraversare questo momento difficile emotivamente (seguendo la decisione o di rimanere in azienda o di lasciare posto di lavoro), scrivo le relazioni psicologiche richieste da consulenti CGIL o altri patronati. Insieme con psicologo di lavoro, costruiamo il nuovo percorso professionale accettato e voluto dalla persona stessa.

Mobbing

È una sistematica persecuzione esercitata sul posto di lavoro da colleghi o superiori nei confronti di un individuo, consistente per lo più in piccoli atti quotidiani di emarginazione sociale, violenza psicologica o sabotaggio professionale, ma che può spingersi fino all’aggressione fisica.

Sindrome di burn-out

Collaboro con le scuole, gli ospedali e altri enti pubblici dove i dipendenti sono a rischi di “brucchiarsi emotivamente”. Le persone che quotidianamente lavorano costruendo le relazioni d’auito possono soffrire di esaurimento nervoso che si può manifestare in diversi modi. I primi sintomi di burnout:

  • la persona cambia progressivamente atteggiamento e l’impegno verso lavoro. Un lavoro che inizialmente era importante, stimolante e ricco di prospettive diventa sgradevole, insoddisfacente e demotivante.
  • la persona si sente prosciugata, incapace di rilassarsi e di recuperare le energie. Entusiasmo e piacere svaniscono e sono sostituite dalla rabbia, ansia e depressione
  • la persona diventa cinica, fredda e distaccata nei confronti di lavoro e delle persone, ecc.

E’ molto importante che la persona stessa, i suoi colleghi o responsabili riconoscono i primi sintomi di questo stress lavorativo e reagiscono di conseguenza.
Prima si interviene, più presto se ne esce fuori.